Sport, San Marino Futsal Cup: il derby di Città va al Murata
PDF Stampa
Martedì 12 Febbraio 2019

SAN MARINO - Soltanto risultati netti nei tre incroci del Gruppo B, dove la Folgore rientrava dal turno di riposo ed era attesa subito all'impegnativo esame Fiorentino. Il verdetto finale della sfida recita 7-1 in favore della squadra di Chiaruzzi, l'unica finora in grado di imporre sconfitte ai giallorossoneri di Falciano, usciti senza punti anche dal precedente di campionato dello scorso 22 ottobre, quando il Fiorentino si impose 6-2.

Quelli che invece non hanno ancora fatto conoscenza con la parola sconfitta sono proprio Franciosi e compagni, che ieri sera hanno fornito l'ennesima prova di forza stagionale centrando al contempo anche la seconda vittoria su due nel cammino di coppa dopo quella sul Domagnano. Danilo Busignani impiega meno di 120 secondi per stappare la sfida, prima dei centri di Claudio Righi e Domenico Di Paolo (doppietta) che consentono al Fiorentino di andare al cambio campo sul punteggio di 4-0. Nella ripresa Busignani torna ad infilare la porta avversaria, imitato da Cosmin Bogea e da Fabio Belloni, prima che il giallorossonero Nicola Giorgini addolcisca leggermente il verdetto firmando la rete della bandiera.

Fiorentino in testa alla classifica del Gruppo ma sempre in coabitazione con il Tre Fiori, che dopo la vittoria di misura contro la Virtus (ieri a riposo) ne centra un'altra, stavolta ben più larga, nei confronti del Pennarossa, al quale non riesce di dare continuità al successo ottenuto lo scorso turno ai danni del San Giovanni. La produzione offensiva gialloblù viene aperta e chiusa da Francesco Stolfi; nel mezzo, a costruire il 6-1 finale, concorrono anche Matteo Michelotti, Alex Santi, Michael Simoncini e Matteo Gennari. Vale solo per le statistiche la rete finale di Gianpaolo Brighi, al terzo centro in due partite.

Tocca addirittura la doppia cifra il Domagnano, che contro il Faetano centra i primi tre punti in coppa agganciando in classifica proprio il Pennarossa – peraltro prossimo avversario dei giallorossi – alle spalle della coppia di testa. Sfida senza storia, quella di Dogana, e che dopo appena 8' ha già preso chiaramente la direzione di Domagnano. Nahuel Zanfino, Filippo Dolcini e Manuel Bollini sono i cofirmatari del triplice vantaggio giallorossonero, che viene ulteriormente gonfiato dall'autorete di Michele Moroni e dai centri di Alberto Menghi e ancora Manuel Bollini, prima che l'autorete di Bonfini violi la porta di Stefanelli. Al pronti via della ripresa il Faetano trova anche il secondo gol con un'altra sfortunata deviazione giallorossa, stavolta di Zanfino, ma la squadra di Mussoni riattacca subito la spina e nel giro di un minuto torna ad infilare la porta gialloblù con Manuel Bollini, che poi firmerà anche il quarto centro personale di giornata (il quinto in due gare), ma soltanto dopo che Marco Cupi sia entrato a sua volta nel tabellino con una doppietta. L'ultimo acuto della sfida è però di marca Faetano, che dopo due autoreti del Domagnano va a referto anche con uno dei suoi giocatori, Marco Moroni, a segno praticamente sul fischio finale.

Se il Domagnano va in doppia cifra, la sfiora soltanto la Fiorita, che contro il San Giovanni firma l'unica goleada di giornata nel Gruppo A, confermando così quanto mostrato nella prima uscita contro il Cosmos. La formazione di Montegiardino, capolista del raggruppamento assieme al Murata, avvia la produzione offensiva al 6', quando Alex Grossi firma il classico gol dell'ex. Nel primo tempo, chiuso sul punteggio di 3-0, vanno a referto anche Domenico Bartolomeo e Marco Semprini. Nella ripresa l'onda gialloblù non si arresta: Mattia Magnanelli, Niccolò Forcellini, Omar Elattar (doppietta), Simone Cenni e Andrea Righi infilano a loro volta la porta di un San Giovanni che non può opporsi a questo verdetto ma che perlomeno riesce ad addolcire la pillola con la doppietta di Armando Schiano. Poco prima La Fiorita aveva perso Thomas Pellegrini per doppio giallo.

Come si diceva, anche il Murata comanda la classifica del girone. Questo perché ieri, dopo la vittoria d'esordio contro il San Giovanni, i bianconeri si sono imposti anche nel derby con il Tre Penne, regolato 2-1 grazie ai centri – entrambi giunti nel primo tempo – di Thomas Felici e Nicola Albani. Manuel Francesconi ha dimezzato lo svantaggio biancoazzurro ad inizio ripresa, ma la squadra di Cellarosi non è riuscita a proporre ulteriori repliche, registrando così una sconfitta che la fa rimanere ferma a quota 1 punto, quello conquistato giovedì scorso nella sfida con la Juvenes.

Juvenes ieri a riposo e, proprio come il Tre Penne, scavalcata in classifica dal Cosmos, che dopo il pesante 6-0 incassato giovedì da La Fiorita si riscatta superando 3-1 la Libertas, che ieri debuttava nella competizione dopo aver osservato il turno di riposo. È Giacomo Gasperoni a portare in vantaggio i gialloverdi di Canducci, che poco prima del quarto d'ora raddoppiano con Matteo Zafferani. La Libertas reagisce sul finire di frazione con la rete di Fabiano Sammaritani, ma l'ultima parola sulla sfida è di Artur Konovalenkov, che a ridosso del triplice fischio chiude a doppia mandata i primi tre punti della squadra di Serravalle, ora assestata dietro alla coppia di testa.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online