Rimini, migliaia di presenze per la fabbrica “smart” di SCM
PDF Stampa
Lunedì 04 Febbraio 2019

RIMINI - Oltre 2500 visitatori da ogni parte d'Europa, ma anche da Asia, America e Medio Oriente, hanno affollato dal 31 gennaio al 2 febbraio il Technology Center di Scm nella sede centrale di Rimini, per l'Open House "Smart&Human Factory". Un'affluenza da record che conferma il colosso italiano un leader a livello internazionale nel settore delle tecnologie per la seconda lavorazione del legno e l'industria del mobile.

Dopo gli ottimi risultati conseguiti nel 2018 con un aumento di fatturato che ha portato l'intero Gruppo a superare i 700 milioni di euro, Scm ha aperto il 2019 sotto il segno dell'innovazione con un evento interamente dedicato alle nuove frontiere della fabbrica digitale ed intelligente. Una fabbrica all'avanguardia, dove le tecnologie Scm di ultima generazione sono integrate da robot industriali antropomorfi, addetti alle attività più pesanti, robot collaborativi, che lavorano al fianco degli operatori in totale sicurezza e senza barriere, e collegate tra loro da veicoli a guida autonoma con sistemi di navigazione intelligente. Il risultato è un progresso anche sul fronte lavorativo, che oltre a consentire alla fabbrica di rispondere in modo sempre più veloce ed efficiente alle richieste più diverse in attivo dal mercato, sgrava l'operatore da attività ripetitive per consentirgli di dedicarsi a mansioni a più alto valore aggiunto.

All'interno del Technology Center di Scm, allestito per l'occasione con oltre cinquanta soluzioni esposte e in lavorazione, il pubblico ha potuto entrare nel vivo della "Smart&Human Factory" che in tre giornate ha lavorato quasi un migliaio di pannelli per produrre in tempi record quattro differenti tipologie di mobili.

Centinaia di professionisti hanno voluto approfondire le ultime novità studiate e sviluppate da Scm, compresi i servizi post vendita offerti su piattaforme interamente digitali: dal sistema IoT Maestro Connect che raccoglie e analizza i dati provenienti dalle macchine per una manutenzione sempre più intelligente e predittiva, agli occhiali di Maestro Smartech che grazie alla tecnologia a realtà aumentata consentono al cliente di avere sempre, in ogni angolo del globo, un esperto Scm al suo fianco.

Molti - oltre un centinaio - anche i docenti e studenti delle scuole di formazione professionale del comparto legno e degli istituti tecnici arrivati a Rimini da diverse regioni del Nord Italia per scoprire i segreti della fabbrica smart "a misura d'uomo. Solo per citare alcuni dei gruppi in visita, quelli del nuovo Polo formativo della Fondazione ITS Rosario Messina – Federlegno Arredo di Lentate sul Seveso, dell'Istituto San Carlo di Torino, fino all'Istituto Tecnico per geometri Garibaldi – Da Vinci di Cesena.

"L'Open House - spiega il Direttore Divisione SCM Luigi De Vito – è stato un importantissimo momento di incontro diretto con i nostri clienti, per far loro vivere in prima persona le principali innovazioni della fabbrica del futuro. In queste giornate sono state mostrate le nuove frontiere dell'automazione, senza però dimenticare il fattore umano, come indica il titolo 'Smart&Human Factory': la forza di Scm di essere non solo un fornitore, ma un partner pronto a sostenere i propri clienti nel loro business e ad accompagnarli in modo concreto nell'era dell'industria 4.0 senza mai lasciarli soli".

L'evento è stato preceduto da due giornate di condivisione su tutti i punti di forza della gamma con l'intera rete vendita internazionale di Scm, tra la sede di Rimini e quella di Campus, la nuova Scuola di Scm, a Villa Verucchio, inaugurata lunedì 28 gennaio per una crescita professionale adeguata alle più moderne tecnologie del settore.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online