I Capitani Reggenti alla conferenza internazionale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici
PDF Stampa
Lunedì 03 Dicembre 2018

Si è aperta oggi a Katowice, in Polonia, la 24° Conferenza degli Stati Parte alla Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP24), i cui lavori si chiuderanno il prossimo 14 dicembre.

Presenti alla Cerimonia di apertura i Capitani Reggenti, S.E. Mirko Tomassoni e S.E. Luca Santolini, che sono intervenuti quale 7° oratore.

A tre anni dall'approvazione dell'Accordo di Parigi sul clima, che San Marino ha ratificato nel luglio 2018, la Conferenza internazionale è chiamata a decidere le azioni concrete per affrontare il surriscaldamento globale.

L'evento internazionale è presieduto da Michał Kurtyka, alla presenza del Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, del Presidente della Repubblica di Polonia, Andrzej Duda, del Presidente dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Maria Fernanda Espinosa Garcès e del Segretario Esecutivo della Convenzione Internazionale sui cambiamenti climatici, Patricia Espinosa Cantellano.

Nell'ambito della Conferenza, che sta mettendo in luce una minaccia per l'umanità mai stata più grave, che deve spingere la comunità internazionale a fare molto di più, la Reggenza, intervenendo in plenaria, ha espresso la posizione di forte preoccupazione della Repubblica dinnanzi a fenomeni globali che stanno minacciando seriamente l'avvenire della Terra, richiamando la necessità di scelte politiche coraggiose e l'esigenza che il tema sia una priorità nelle agende di tutti i Paesi.

Dinnanzi a Capi di Stato, di Governo e ai più alti rappresentanti delle Nazioni Unite, la Reggenza ha riportato la serie di progetti in corso a San Marino, per riuscire a rispettare gli obiettivi di riduzione delle emissioni e di tutela della biodiversità.

A tal riguardo, sono stati richiamati le misure di contenimento delle emissioni di aziende e veicoli, la promozione del turismo sostenibile, il progetto "San Marino Bio", che ha l'obiettivo di far diventare, in soli 5 anni, la nostra piccola Repubblica il primo Paese in Europa in cui si applicano esclusivamente metodologie di gestione del suolo sostenibili.

A margine della Conferenza, la Reggenza ha avuto altresì l'opportunità di un confronto con il Capo dello staff del Segretariato della Convenzione sui cambiamenti climatici, con il quale si è condivisa la proposta di organizzare in futuro un evento sul tema dell'ambiente e dei cambiamenti climatici.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online