Rimini: Ex Ghigi, un mostro fatto di amianto. Sequestrato
PDF Stampa
Venerdì 12 Novembre 2010

Un mostro ricoperto di amianto: ecco cos'è l'ex Pastificio Ghighi, sulla superstrada che collega Rimini a San Marino.

Quindicimila metri quadri di coperture di cemento amianto 'eternit' per 300 mila chilogrammi. E' la quantità di materiale avvistata da un elicottero della Guardia di Finanza di Rimini in un grosso complesso industriale (150 mila mq), l'ex pastificio Ghigi, nella periferia della città, sulla via consolare che porta a San Marino. Dopo un'ispezione con i tecnici dell'Ausl, su disposizione del pm Irene Liliu, il materiale è stato sequestrato. L'eternit era sparso all'interno di capannoni. All'esterno poi i finanzieri hanno trovato altri rifiuti pericolosi, come ammassi di lama termica, vecchi elettrodomestici e accumulatori per auto. Il responsabile della societa' Immobiliare Sacramora srl, proprietaria dell'area,  è stato denunciato per disastro innominato, getto pericoloso di cose e deposito incontrollato di rifuti.