La marea nera ora minaccia anche le coste della Florida
PDF Stampa
Martedì 18 Maggio 2010

La marea nera provocata dall'incidente alla piattaforma petrolifera Bp nel Golfo del Messico, il 20 aprile scorso, potrebbe raggiungere le coste della Florida mettendo a rischio la barriera corallina e il suo ecosistema. L'allarme lo ha lanciato Peter Ortner, oceanografo all'università di Miami sottolineando che il greggio che sta uscendo dalla falla si sta dirigendo verso la cosiddetta "corrente loop" del Golfo del Messico e in poco tempo potrebbe arrivare sulle isole Keys.
"Si tratta di stabilire solo quando questo accadrà", ha affermato Ortner. Queste corrente di acqua calda si forma nel Golfo del Messico e si spinge fino alle coste della Florida. Ieri, la Guardia Costa statunitense ha fatto sapere di aver trovato tracce di greggio a largo delle Key West ma non è stato ancora possibile determinarne l'origine.