Iran, avanti con l'energia nucleare: la centrale di Bushehr operativa dal 2011
PDF Stampa
Martedì 26 Ottobre 2010

La tv di stato ha annunciato che è iniziato il caricamento del combustibile nella centrale nucleare di Bushehr. Secondo l’agenzia ufficiale iraniana Irna, si tratterebbe della prima di 163 installazioni di combustibile da effettuare nell’impianto prima che diventi pienamente operativo. L’Associated Press ricorda che ingegneri iraniani e russi avevano iniziato queste operazioni in agosto, ma una perdita in una piscina di stoccaggio aveva ritardato il caricamento del combustibile. La costruzione della centrale nucleare a Bushehr è iniziata 35 anni fa. Dopo la nascita della Repubblica Islamica nel 1979, un contratto per il completamento della centrale è stato firmato fra russi e iraniani nel 1995. I lavori erano iniziati sotto la guida dei tedeschi e questo, oltre ai problemi derivati dalla posizione del reattore, ha allungato i tempi di realizzazione dell’impianto nucleare. L’Iran oggi sostiene che il suo impianto da mille megawatt entrerà in funzione in maniera completa nel 2011. Intanto il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Ramin Mehmanparst, ha dichiarato che sulla partecipazione dell’Iran ai colloqui con il gruppo di contatto 5+1 (Usa, Francia, Cina, Gran Bretagna, Russia più la Germania) “sono in corso valutazioni, non solo sulla data o il luogo ma anche sull’agenda”. Il dialogo sul nucleare iraniano, interrotto a ottobre 2009, non verrà ripreso sotto il peso “di pressioni e ultimatum” che, secondo il portavoce, “non avranno alcun impatto sulla volontà dell’Iran di dotarsi di energia nucleare per scopi pacifici”. La prossima data in agenda nei colloqui fra Iran e 5+1 è il 15 novembre. A proporla è stata l’Alto Rappresentate per la politica estera e di sicurezza comune europea Catherine Ashton il 15 ottobre.