Eccidio di Srebrenica, anche il Titano commemora l'anniversario
PDF Stampa
Martedì 13 Luglio 2010

“L’11 luglio 1995 – ricorda una nota del Congresso di Stato della Repubblica di San Marino - l’esercito serbo di Bosnia, agli ordini del Generale Ratko Mladić, occupava la città di Srebrenica. Nei sette giorni seguenti, più di 8.000 persone, soprattutto uomini e bambini, sono stati massacrati ed altre migliaia di abitanti costretti a lasciare la città. Tracce di quell’orrore stanno ancora oggi affiorando. Ce lo ricorda il recente ritrovamento, in quei luoghi della sofferenza, di una fossa comune risalente alle guerre nei Balcani”.
Il Governo della Repubblica di San Marino, unendosi al cordoglio di tutte le famiglie colpite dalla tragedia, ritiene che, per narrare la storia dell’Europa, la sua ricchezza e le sue possibilità, occorra considerare le conseguenze della pulizia etnica. “Nel ribadire il proprio sostegno alla giustizia internazionale e agli sforzi intrapresi dai principali Organismi internazionali nella prevenzione dei genocidi e nei progetti di riconciliazione fondati sul dialogo quale strumento di risoluzione pacifica delle controversie, la Repubblica di San Marino afferma la propria condanna dei responsabili del verificarsi di tanto orrore”.


EVENTO A CHIESANUOVA PER NON DIMENTICARE L’ECCIDIO
Intanto la Giunta di Castello di Chiesanuova con il patrocinio della Segreteria di Stato per la Pubblica Istruzione e Cultura, in collaborazione con l’Ufficio Attività Sociali e Culturali e l’Ambasciata di San Marino in Bosnia Erzegovina domani sera, Mercoledì 14 luglio 2010, alle ore 21 presso l’anfiteatro Luigi Capicchioni, a Chiesanuova, in occasione dell’anniversario dell’eccidio di Srebrenica organizzano “SREBRENICA 15 ANNI DOPO”. Sarà scoperta una lapide commemorativa alla presenza delle autorità, e verrà inoltre proiettato il film Souvenir Srebrenica di Luca Rosini e Roberta Biagiarelli. Il film sarà presentato dall’autrice e attrice Roberta Biagiarelli coordinatore responsabile del progetto pilota a sostegno della comunicazione per lo sviluppo sociale e culturale in Bosnia Erzegovina.